Home

Solarino terra di San Paolo

Il centro abitato di Solarino sorge su un declivio collinare compreso fra 190 e 145 m s.l.m.; la casa comunale è posta a 165 metri sul livello del mare, pertanto tale è l’altitudine ufficiale del comune.
Anche il territorio comunale si estende su una zona collinare denominata Val d’Anapo, estrema propaggine orientale dei Monti Iblei che degradano verso la Piana di Siracusa, delimitata dai seguenti confini fisici: le cave Cirino e Spampinato-Culatrello a sud-ovest; i declivi dell’alta valle dell’Anapo a nord-est; la Piana di Floridia a sud-est. Per tale motivo, l’altitudine è variabile: si passa da una minima di 120 metri, in contrada Macchiotta ad una massima di 390 metri, in località Trigona, con un’escursione altimetrica di 270 metri. L’aspetto dell’agro solarinese è caratterizzato dalla macchia mediterranea e dagli oliveti della zona collinare, nonché dagli agrumeti della pianura sottostante. Diffusi anche mandorli, carrubi e fichi d’India il più delle volte posti sui confini di proprietà degli stessi agrumeti.

Si rimanda per ulteriori notizie al sito di Wikipedia, da cui sono tratte le precedenti informazioni.

Il Sindaco Scorpo descrive il sito del “Puzzu a Cresia” o pozzo di San Paolo ad alcuni visitatori.
Anfiteatro dedicato nel 2016 a Rosa Balistreri